A Maratea splende il cinema Lucano e nasce il premio ilgiornaleoff

0
48

maraForse in Italia non c’è paesaggio e panorama più superbi. Immaginate decine e decine di chilometri di scogliera frastagliata di grotte, faraglioni, strapiombi e morbide spiagge davanti al più spettacoloso dei mari (…) La separa da una catena dolomitica, tutta rocce color carnicino, punteggiata di villaggi semiabbandonati, di castelli diruti e antiche torri saracene, un declivio boscoso rotto da fiumiciattoli e torrenti e sepolto sotto le fronde dei lecci e dei castagni”. Così Indro Montanelli, incantato, descriveva la Perla del Tirreno, Maratea, cantata da Cesare Pavese e da Corrado Calabrò. Nell’unica porzione di terra della provincia di Potenza che offre il suo volto al mare, vanno in scena “le giornate del Cinema in Basilicata” – evento che nasce dalla sinergia tra l’Associazione Cinema Mediterraneo, la Lucana Film Commission e il Comune di Maratea – un’eccellenza nazionale, testimonianza di continuità intergenerazionale, alla settima edizione: dalla notorietà al talento da scoprire, vero e proprio “cantiere” di confronto fra il cinema internazionale e la scena locale. La kermesse, che nasce dall’ispirazione di Nicola Timpone, con il coordinamento dell’avvocato Cataldo Calabretta, aprirà, dal 25 al 29 luglio, al meglio del cinema nazionale – passando per Carlo Verdone e Paolo Sorrentino – e con una novità importante, che ci riguarda da vicino: verrà assegnato, infatti, il premio IlGiornaleOff, dedicato al più giovane talento emergente della cinematografia nazionale. Territorio, – con spazi dedicati ai cortometraggi “made in Basilicata” -, tecnologia, giovani e creatività, proiezioni, workshop e dibattiti, saranno il cuore pulsante dell’eccellenza culturale e cinematografica made in Basilicata.