Erba e Luna: il design made in Italy sposa l’arte orientale

0
111
Il designer Massimo Alba
Il designer Massimo Alba

L’arte di fare moda e la moda di fare dell’arte un gioco visivo che si accosta alle tendenze del fashion valorizzandole. Mescolando la sapienza dell’artigianalità made in Italy con l’antica tradizione giapponese dell’ikebana in una singolare esposizione, “Erba e Luna”. In via dei Coronari a Roma, il design italiano di Massimo Alba incontra l’arte giapponese dei fiori attraverso l’interpretazione della collezione estiva dello stilista con sculture floreali che ne richiamano tonalità e sfumature cromatiche. La maestria artigiana della Scuola romana Sogetsu ha unito nel progetto “ikebana comes out of the closet”, curato da Lucio Farinelli con Luca Ramacciotti, l”antica tradizione nipponica  ai colori dell’estate.

Dal blu cobalto al prugna, fino al verde acido e al rosa ciclamino, intrecciando tra trame e orditi sartoriali, che con la ricerca e lo studio sulle cromie contraddistinguono il brand Massimo Alba, fili di arte e moda. Rami su camicie e maglie in cachemere, composizioni floreali di peonie e magnolie realizzate live con una tecnica meticolosa abbracciano foulard e pantaloni, rubando l’attenzione dello spettatore. E non è un caso che ogni composizione, unica e originale nel suo genere, sia affiancata alla moda firmata Massimo Alba. La griffe è nata nel 2007 dall’idea di Alba di realizzare pezzi unici per il guardaroba maschile e femminile che, come le opere floreali esposte, si mescolano tra di loro creando un unicum fatto di eleganza e stile.

[slideshow_deploy id=’145684′]

Così come le diverse sfumature dei pigmenti di colore sui petali dei fiori, le creazioni di Massimo Alba non guardano solo all’attenta e raffinata scelta dei tessuti e dei materiali ma puntano sul multicolor, sul double effect, accogliendo emotivamente chi le indossa in un comfort immediato. L’estetica del brand si ispira alla “Teoria dei colori” di Goethe, bilanciando ciclicamente, così come avviene per le stagioni, luci e ombre, chiari e scuri, che diventano nell’abito le facce di una stessa medaglia. L’esperienza pluriennale di Massimo Alba in qualità direttore creativo all’interno di importanti realtà del mondo della moda come Malo, Agnona e Ballantyne, ha forgiato l’estro poliedrico del designer che consacra all’anarchia di stile e ad una straordinaria sensazione di libertà la sua filosofia creativa. Le sue collezioni sono presenti anche a Tokyo, oltre che in Italia e negli Stati Uniti. Fil rouge di un connubio che ha visto nell’esposizione “Erba e Luna”, l’incontro tutto italiano tra design made in Italy e arte orientale. Creando un ponte ideale tra oriente e occidente e regalando emozioni tattili e visive in un unico contest che saluta la primavera con i suoi mille colori.