Strapop+Stracult+Stracool=Giuseppe Veneziano

0
201
Foto Giuseppe Veneziano di Livio mallia
Giuseppe Veneziano

La sua ultima scultura/performance, sabato scorso a Enna, è durata un solo giorno. Biancaneve, costruita in zucchero e attorniata dai sette nani, era pensata ovviamente per sciogliersi in tempo reale sotto il solleone, “metafora della bellezza effimera”. Giuseppe Veneziano, 44 anni laurea di architettura in tasca, da sempre gioca con le icone del nostro immaginario, specialmente quello legato all’infanzia. La pantera rosa, superman, l’uomo ragno… vengono rappresentati con una pittura piatta, “zuccherosa” l’ha definita Luca Beatrice, in cui i colori si contrappongono netti, e che ricorda quella dei più celebri esponenti del pop Settanta, ma il cui risultato è ancora più corrosivo, poiché allo scherzo visivo si unisce anche quello semantico (come nel caso degli “sbronzi di Riace” attualmente in mostra a Expo, al padiglione Eataly).

Salito alla ribalta per aver impiccato, in effige, Cattelan (2004), per aver sgozzato Oriana Fallaci (2006), Veneziano (rappresentato dalla galleria Contini) è uno di quegli artisti che ha fatto della “dissacrazione” la sua cifra stilistica, andando a vellicare i tabù della nostra società, soprattutto quelli religiosi e quelli politici, spesso in contemporanea come quando destò scandalo (2009) con la “La madonna del Terzo Reich”, un quadro che rappresenta la rivisitazione di una madonna di Raffaello con un baby Hitler in braccio. Se di primo acchito, il détournement sembra semplice, in realtà ogni suo quadro è uno studio complesso tra un’iconografia della tradizione e lo slittamento postmoderno: il cristo crocifisso di Masaccio con il peplo Dolce & Gabbana, Mao Tse Tung poster in forma di clown, Mussolini coi baffi alla Dalì, il papa Innocenzo di Velasquez con la maschera di Hannibal the Cannibal.

Giuseppe Veneziano__La Madonna del Terzo Reich_2009_acrilico su tela_cm 130x100

Il silenzio dell'Innocenzo_2011_acrilico su tela_cm 135x120_courtesy Galleria Contini

Sbronzi di Riace_ 2015_acrilico su tela_cm 100x80

LA_STRAGE_DEGLI