Ale e Franz sulle orme di Jannacci e Gaber!

0

LAVORI-IN-CORSO-ALE-E-FRANZ-MAIOLATI-SPONTINIAl Festival della Versiliana capita anche di passare una serata di mezza estate in compagnia di Ale e Franz che cantano Gaber e Iannacci, accompagnati dalla band di Enrico Ruggieri. Sulla bravura e professionalità dei due comici nulla da eccepire, ma scoprirli nella veste di cantanti è una bella sorpresa. Uno spettacolo, dal titolo Gaber Jannacci, Milano, Noi, dalla struttura semplice, snello, dove i due comici alternano i loro pezzi di repertorio con brani dei due cantautori italiani. Un mix perfetto di ilarità, musica d’autore e messaggi sociali di attualità.

Dove e come nasce questo spettacolo?

Ale e Franz: andando a rispolverare dei pezzi scritti da noi, ormai vent’a fa, ci siamo resi conto quanto siano influenzati da Iannacci e Gaber, i quali hanno influito non poco nella nostra formazione, per questo abbiamo pensato e realizzato, non tanto un tributo, ma piuttosto un percorso tra i nostri pezzi più conosciuti e alcuni brani dei due cantautori italiani.

Nello spettacolo si affronta anche il tema politico e sociale. Lo spettacolo si conclude con il vostro pezzo di satira politica tra “Fidel e Palmiro” due amici che si ritrovano, dopo diversi anni, in procinto di votare nel paese di origine. Ma oggi Ale e Franz come si schierano politicamente? Volendo scegliere tra Landini, Renzi, Grillo e Salvini a chi dareste il vostro voto?

Ale e Franz: Come diciamo anche nel nostro spettacolo “il voto è segreto”. Certo è che non ci sentiamo rappresentati o comunque vicini a nessuno di questi nomi. È evidente che c’e tanta confusione in giro, e le difficoltà economiche e sociali non aiutano di certo. Così nel dubbio restiamo “fedeli” a Gaber con il suo pezzo “Cos’e la Destra? Cos’ la Sinistra”.

Ci racconteresti un episodio OFF della vostra carriera?

Ale: ricordo, oggi con un sorriso, quando in uno dei nostri primi spettacoli ci cacciarono dal locale. Noi eravamo molto teatrali e probabilmente la clientele di quel Pub non era ancora pronta alle nostre esibizioni. Più che OFF fu un episodio OUT.

Franz: forse il mio episodio OFF è ciò che mi spinse a recitare, ad iniziare un percorso di studi accademico, quando mi lasciò una fidanzata, a cui ero molto affezionato. La botta fu pesante ed io avevo bisogno di stimoli nuovi, così decisi di studiare recitazione, solo oggi mi rendo conto quanto io le sia grato.

Ale e Franz che si cimentano con il canto, direi promossi con la lode, voi cosa ne pensate?

Ale e Franz: il nostro è un continuo sperimentare, anche cose nuove, questo spettacolo, come dicevamo prima, non è un semplice tributo o il tentativo di proporci come cantanti, ma un rendere partecipe il pubblico di quanto i nostri pezzi siano influenzati, e per questo simili, a molte canzoni dei due cantautori. Per quanto riguarda le nostre performance canore, riscontriamo pareri positivi da chi viene al nostro spettacolo, forse perché comunque ci mettiamo il cuore pur sapendo di non essere cantanti, ma attori. E poi cogliamo l’occasione per ringraziare Enrico Ruggeri sempre disponibile nel prestarci la sua band, capace di far cantare anche noi due.

Avete, per il futuro, altri progetti? 

A novembre saremo in tournée con il nostro spettacolo “Tanti lati latitanti”. E poi per il futuro mai dire mai, oggi cantiamo potremmo anche decidere di ballare, un domani, perché no?!

La 36 esima edizione del Festival della Versiliana non finisce qui, tra gli altri, segnaliamo il 18 agosto Enrico Brignano in show. Da segnalare anche “Versilia dei piccoli” tutti i giorni, fino al 27 agosto, dalle 17 alle 20, laboratori di arte espressiva e teatrali per i più piccoli. Per tutte le info e prenotazioni info@laversilianafestival.it o in viale Morin, 16 Marina di Pietrasanta (LU) sede degli spettacoli. La Versiliana per un estate all’insegna della Cultura e dell’Arte.