La Boldrini contro il Duce. (Ancora lei? Che noia…)

36
12

la presidentessa Laura Boldrini

Che cos’è l’ignoranza? Non si parla dell’ignoranza bella, dotta, che sa di essere ignoranza, che è saper di non sapere, scintilla di stupore & filosofia, eccetera eccetera. Si parla di ignoranza nel banale senso di chiusura, di semplificazione a fini di rassicurazione.  
E si sa che la storia fa paura. Perché è opaca, perché contiene elementi non razionalizzabili, perché è fatta di giganteschi errori e di molto sangue e soprattutto perché è irreversibile e non emendabile: “what’s done cannot be undone” scriveva Shakespeare: “cio che è stato fatto non può non esser stato fatto”.

L'obelisco del Foro Italico
L’obelisco del Foro Italico

Di conseguenza la tentazione di “mettere il broncio alla storia” (Trockij) cioè di rimuoverne gli aspetti che ci mettono in crisi è fin troppo tipica. In questo caso il broncio è quello della presidente della Camera Laura Boldrini, che durante un incontro con i partigiani ha detto: “E’ ormai il momento di togliere almeno la scritta” Dux dall’obelisco del Foro Italico intitolato a Mussolini.

Di fronte a un’enormità del genere perfino il presidente del Pd Matteo Orfini ha dovuto prendere le distanze (“Credo che la damnatio memoriae sia un elemento di debolezza”). Altri, da destra, hanno avanzato il parallelo tra la proposta della Boldrini e la distruzione dei monumenti dell’Isis. Forse esagerano, ma il meccanismo conoscitivo è quello. E’ il meccanismo allofobico. La presa di posizione identitaria contro l’opacità della storia quando non rientra nei canoni che abbiamo voluto assegnarle. E’ infine l’incapacità culturale di contenere contraddizioni.
E’ il caso di ricordare che la Presidente della Camera da un po’ va avanti in una battaglia di riforma linguistica (la sua “resistenza culturale” starebbe, per esempio, nell’usare la parola “deputata” invece di “deputato”). Ma stavolta, di fronte all’obelisco del Foro Italico, l’atteggiamento culturale della Boldrini fa emergere il paradosso rivelativo. Riformulare la realtà fino a sbianchettare un monumento che non ci piace è un’operazione, oltre che puramente identitaria, alla lettera, ignorante.

> Leggi anche: Contro l’Isis mandiamo Boldrini, Vendola e Kyenge

36 Commenti

  1. da quanto riscontro il movimento Fascista è un fuoco sotto la cenere, se lo stuzzichi trova una vitalità che a 93 anni dalla Marcia a Roma è da non credere.
    Anche perchè la repubblica ha già da un bel pezzo perso la sua.
    Ormai i reduci non ci sono più e anche gli una volta fascisti ( oggi militanti in partiti antifascisti) si stanno estinguendo, quindi non penso che sia una cosa seria ed importante rivangare il passato. Un passato che al confronto con oggi sembra uscirne alla grande con rimpianto ed interesse di chi l’ha vissuto senza voltare gabbana.

  2. Ma chi ce l’ha messa a questa qui? ah ricordo, fu una richiesta del governatore della Puglia, in virtù dei suo trascorsi presso l’ONU (dove sono stati ben felici di liberarsene) …che coppia di squallidi personaggi…non credo che questo paese abbia mai visto tanto ciarpame come ora, nelle aule dei vari parlamenti nazionali e locali….che schifo di politici dobbiamo sorbirci, che nonostante tutto non meritiamo….questa è emanazione del demonio, si capisce dal suo sguardo luciferino…

  3. Spero che il nostro capo dello stato mette un po’ i freni a questa stupida donna, Napolitano parlava troppo, questo non parla, mi auguro che si renda conto che in parlamento ci sono politici che remano contro l’Italia, è impossibile vivere in questo modo, considerato che nessun italiano può entrare nelle terre di quelli che arrivano in Italia, Siamo diventati il vespasiano del mondo. Che vergogna!

  4. Inutile che arrovelliamo il cervello con questi ambigui personaggi, un tempo erano tutti fascisti, poi hanno tradito, sempre per rendiconto personale, mai per il popolo italiano. Comunque dobbiamo metterci in testa che nessun commento può cambiare il modo di fare di questi ladri e questi traditori dell’Italia, nella storia è stato sempre il popolo Unito a cambiare le cose cattive, noi non siamo ne Uniti ne siamo patrioti, spero che lo di verremo.

  5. Io sarei del parere di oscurare questa donna in senso assoluto…una persona senza alcuna sensibilità nè intelligenza, cocciuta e saccente come quelle orrende femministe zazzerute della prima ora che non avendo mai avuto consapevolezza del proprio utero, scopertolo per caso più o meno usurato, hanno deciso di gestirlo in proprio, asfissiando la gente perbene…+

  6. MA CHI SE NE FREGA DELLA BOLDRINI, L’INEFFABILE “DAMA DEGLI SPRECHI”. Invece di prendersela con la storia, IGNORANTE QUANT’E’, dovrebbe invece preoccuparsi di criticare quelle sontuose cagate di operette architettoniche in costruzione per Expo2015…

    BOLDRINI A CASA, DIMETTITIIIIIIIIIII SEI LA QUINTA ESSENZA DELLA MEDIOCRITA’

  7. oramai la boldrini le spara sempre e non vedo l’ora che vada via. cara redazione vi faccio una proposta: un censimento di tutte le opere del fascismo da città in città, dalle opere piccole a quelle grandi, alle scritte ancora presenti ai monumenti vari, alle piccole case/palazzi ai quartieri e poi lo inviate per presa conoscenza alla signora boldrini con sotto la scritta “ti conviene abbattere ancora?”. anzi ci fate una collana che magari ci fate qualcosa. tanto cancellano una scritta, ma si fanno male da soli.

  8. Qualcuno ricorda chi l’ha eletta alla terza carica di Stato?
    In me provoca quel sentimento di imbarazzo di quando si vede una persona fare gaffe una dietro l’altra e non si riesce a tacitarla. E’ un sentimento di empatia, credo che si formi nella parte sinistra del cervello, nella corteccia, ed è quello che ci consente di vivere in comunità e di capire gli altri; per esempio proviamo dolore vedendo il dolore altrui, e gioia presagendo la gioia altrui. In questo caso non riesco a trattenermi da un sentimento misto di pietà e commiserazione, un imbarazzo che mi impedisce davvero di arrabbiarmi ma che mi rende insopportabile la vista di quella persona; provoandone vergogna quasi ci si vergogna

  9. Non c’è modo di tacitare questa donna dalle stupidaggini che dice ogni due giorni?
    sta facendo molto male agli italiani e al nostro splendido paese,
    anche gli extracomunitari che ci leggono, non avranno una buona opinione di noi, perchè,
    siamo i primi a non rispettarci per la nostra Storia, siamo pronti a chinarci al più forte.
    e mi riferisco alle alte cariche dello Stato e qualche “prelato”

  10. Il mondo civilizzato ha condannato la distruzione dei monumenti da parte dell’Isis come “crimine contro l’umanità”, dando dei fanatici ignoranti a quelli che lo hanno ordinato; la stessa definizione toccherebbe alla Boldrini se propone di alterare l’obelisco che è una testimonianza storica dell’Italia, di un passato che, brutto o bello, è comunque Storia. Non lo dico io ma il mondo, perciò, Boldrini, eviti di querelare.

  11. Non datele importanza, sarebbe fare il suo gioco. Quanto al suo precedente prestigioso incarico all’ONU, è tutta fuffa. In realtà era una semplice dipendente dell’Ufficio Stampa dell’Alto Commissario ONU per i rifugiati, con funzioni di portavoce, insomma niente di che.

  12. I grandi uomini incutono timore anche dopo morti,in modo paricolare alle persone vuote.

  13. La boldrini prima di parlare del duce deve farsi l’esame di coscienza, in cominciando da lei non esisterebbe in quando nemica degli italiani, per gli altri si capisce perché questo nome Dux da fastidio perché in giro non ci sarebbe tanta corruzione, prostituzione, è brutture in tutti i sensi, ecco perché c’è allergia a questo nome, ma se tutti fossero onesti andrebbe bene anche il diavolo. Povera Italia dei corrotti e antistaminici.

  14. Per la boldrini dobbiamo lamentarci con il capo dello stato Mattarella, lei è solo presidente della camera, non Comanda L’Italia, ormai lei crede di stare da dove è venuta dalla organizzazione del ONU per i rifuggiaggiati, a parte tutto vengono i trauma a guardarla, la Scortesia e nel suo DNA.

  15. Non possiamo dire che questa donna sia ignorante. Questa donna persegue gli italiani con malcelato razzismo, altro non si dovrebbe pensare poiché, non passa giorno senza subire la sua tracotanza. Una donna pericolosa.

    • caro di tolve, NESSUNO l’ha eletta. è stata imposta in puglia. possiamo dirgliene quanto vogliamo, resta il fatto che lei è li e può continuare a dire e fare quel che vuole. il popolo bue poi si dimentica tutto e così questi manipolatori possono ripetere il giochino all’infinito.

  16. Non fate sapere alla povera e sprovveduta boldrini che Caligola, Nerone ecc… organizzavano ammazzamenti nell’arena del colosseo. Proporrebbe di abbatterlo.

  17. che si preoccupasse di rivedere il livello vrgoignoso degli stipendi dei dipendenti della camera….
    gente che guadagna cifre VRGOGNOSE per quello che fa, con poco merito e molte raccomandazioni, more solito a Roma

  18. Sono tra quelli che hanno accostato la Boldrini all’ISIS e non penso di aver esagerato. Come quelli dell’ISIS Boldrini vuole eliminare cio’ che non e’ in linea con il suo credo. Il meccanismo e’ quindi lo stesso. Ma questa donna ha fatto anche di peggio. Mi sta bene se canta l’Inno Nazionale, ma quando in Parlamento si associa a cantare “Bella ciao” prende posizione e lei questo non puo’ farlo. Come terza carica dello Stato DEVE essere imparziale e non fomentare divisioni. A volte mi domando se pensa prima di parlare, se ha capacita’ di raziocino od e’ solo piena di luoghi comuni che recita a vanvera. Ma e’ in buona compagnia; l’inquilino del colle non e’ da meno quando sottolinea che non si puo’ mettere sullo stesso piano chi combatte’ su fronti opposti. Queste due persone invece di facilitare la “Riappacificazione Nazionale” gettano benzina sul fuoco della “Non Riappacificazione”. Mio padre, militare di carriera e quindi fedele alla Mmonarchia e tutt’altro che fascista , inquadrato in una unita’ di stanza nel Nord, combatte’ nella Repubblica Sociale. Se non fosse stato per dei vicini di casa sarebbe stato preso da partigiani ed assassinato. Mio zio invece, cresciuto nell’atmosfera dell’Era Fascista ne condivideva le idee, inquadrato in un Reparto della Regia Aeronautica dislocato nel Sud, combatte’ con gli Angloamericani. Mi diceva che quando in volo incontravano velivoli della RSI si salutavano ed ognuno per la propria strada. La guerra Civile e’ ancora sulle nostre teste e le piu’ importanti cariche dello Stato ne alimentano il focolaio. Su di noi pende la maledizione dai tempi di Mario e Silla.

    • Ma alla camera, mentre quest’essere immondo cantava associata ad altre centinaia… La Destra che faceva??

  19. Cominciamo a cancellare il nome “boldrini” dalla lista delle persone cerebralmente dotate

  20. La Boldrini fa’ lo stesso ragionamento estremista e pericoloso dei jihadisti che abbattono i monumenti storici che non gli piacciono

  21. Non é una novitá che quella disgustosa individua stia dalla parte dei tagliagole dell’ ISIS

  22. Sinceramente non capisco per quali oscuri motivi la Boldrini ‘si rifiuti’ di adottare un po’ di buon senso, di ‘cordialità’ in quello che dice. In altri siti mi sono lasciato coinvolgere in forti critiche verso di lei; che difendo convintamente. Però, se devo ancora essere sincero, non mi starebbe poi antipatica: ‘perchè’ mi costringe a criticarla? Per quale motivo si inoltra nella sua ‘maledetta ostinatione’? Perchè è così irrimediabilmente nemica della comprensibile ansia e paura degli italiani di fronte all’invasione e alla minaccia islamico-terroristica? Perchè non vuole uscire dalla sua posizione privilegiata, scendere da cavallo e vedere di che cosa viviamo? Perchè, a settant’anni di distanza ‘se ne esce’ con la distruzione della scritta, articolando una proposta perfida e provocatoria (oltre che stupida, visto che la ‘traccia’ scalpellata rimarrebbe comunque!) da vera ISIS, che non venne in mente neanche nel 1945 (e sarebbe stata di gran lunga più condivisibile)? E’ pericolosa! Non ci fa sentire uniti e protetti. Non ci rappresenta! Che dobbiamo fare?

    • Un vecchio detto cinese recita: “Non odiare, non vendicarti ma siedi sulla sponda del fiume e vedrai il cadaver del tuo nemico passarti di fronte”. Dobbiamo solo attendere che ci rimandino a votare dopo di che questo insulso personaggio verra’ dimenticato.

      • MAS… Ho paura… Ho paura di questa nazione che è da 70 anni è gestita da minoranze, che nonostante prendono il potere e ci schiavizzano… Costei, con un minimo di voti, pontifica, ordina, distrugge e ciò che è peggio, fa del parlamento, la sua riserva di caccia… Quello che è accaduto a Berlusconi, da quando è sceso in politica, dimostra che siamo in una dittatura e che è inutile votare…

        • Ha dannatamente ragione, lei!!!! Boldrini rappresenta l insulto istituzionale fatto dal governo agli italiani, compresi quelli che hanno votato per il PD!!! Come facciano, i scemi di sinistra, a non ammettere questa contradizikne politica, resta un mistero!!!

  23. Ormai la PRESIDENTE Boldrini e’ degna di 1984. Riscrivere la storia per farla calzare con la una ideologia. Dall’uso della lingua (al quale mi ribello usando PRESIDENTE e non Presidentessa) alla manipolazione dei monumenti, dal buonismo suicida al relativismo che trova un limite invalicabile soltanto nella SUA ideologia tragicamente condannata dalla storia. Un nota di ottimismo: non preoccupatevi, e’ una meteora e tornera’ presto negli inutili ma psicologicamente confortevoli salotti radical chic. Saluti Roberto

    • Aggiungo: sarebbe molto meglio se la finisse di voler fare la protagonista quando invece è una povera ed insignificante persona che si ritrova seduta su una sedia che non le compete. Con questi personaggi si può solo sperare che se ne vadano al più presto!

Comments are closed.