Dalla finestra agli interni…

0
56
Claudia Kent
Claudia Kent

Belle idee crescono. Un website con una linea editoriale precisa, non riassumibile nelle proposte esistenti, centrato su una declinazione estetica dell’eros, ma in forma crossover cioè senza limiti e confini, diventa un semestrale esclusivo. Parliamo di C.a.p. 74024 (il nome è il codice postale di Manduria, provincia di Taranto) e parliamo del suo ideatore: Antonio Moscogiuri Dinoi.
Il semestrale su carta è disponibile in poche selezionatissime location (Milano – Armani Bookshop e 10 Corso Como – New York, Tokyo), e dalla sua uscita sta facendo parlare di sé addetti e non addetti. Perché nel caso di 74024 l’eros è un modo di parlare di moda. E’ il pretesto (e il desiderio, naturalmente) cronistico per parlare di stile. Ma che non rimane ingabbiato nella retorica dello stile: offre, anche, terreno per esperimenti politicamente scorretti.

[slideshow_deploy id=’26893′]

Tema del primo numero su carta: il voyeurismo. “Tutti gli artisti che hanno preso parte alla Issue #01 di c.a.p.74024 si sono interrogati su che cosa fosse per loro il Voyeurismo e quale fosse Il Peccato Originale dei nostri giorni” ha raccontato Moscogiuri a Panorama.
“Il risultato è una commistione di immagini che raccontano storie di vite comuni, i cui gesti disincantati restano chiusi all’interno delle mura domestiche, e i cui segreti privati attendono solo di essere svelati. Forse, l’esibizionismo non ha altro contenuto se non mostrare la propria catarsi nel togliersi di dosso qualsiasi tipo di sovrastruttura”.
Ecco: desiderio, e capacità di saltare le sovrastrutture. 74024 è super-cronaca dell’eros.