Triplo sberlone a Fabio Fazio

21
115

E poi non dite che ilgiornaleoff.it non ve l’aveva detto. L’ultimo episodio nella saga delle sfighe faziane riguarda Noel Gallagher. L’ex frontman degli Oasis, ha commentato la sua apparizione a Che tempo che fa con un: “questa trasmissione televisiva italiana è un vero strazio”. E anche lui ha dimostrato perplessità di fronte alle non-domande faziane. Al di là di buche e inciampi, che possono capitare e capitano in qualsiasi programma, si tratta di un ulteriore indizio dell’inadeguatezza “stilistica” del format faziano. Che appunto, come sottolineato in quest’articolo, funziona solo con gli ospiti “facili”, “addomesticati”, “amici”, della compagnia di giro del presentatore. 

Madonna-Fazio-4.1Sberloni al principe dei conduttori del campo medio in tv. Fabio Fazio ha rimediato ben due magre figure due in poche settimane. E la cosa fa riflettere. Prima è arrivata Sabrina Ferilli. Ha impostato la chiacchierata a Che tempo che fa sulle 50 sfumature della nerbata al conduttore. Sfastidiata dalle lodi a tormentone prima riservate alla rivale Monica Bellucci, la romana ha tirato fuori il meglio del suo carattere non accomodante (si dice in giro che vada ripetendo “c’ho tanti sordi che se vojo posso fa’ na guera”). A cominciare con “Hai usato tutti i complimenti per la Bellucci e ora che mi dici?”. Continuando con varie rispostine all’ortica (“Erano anni che aspettavamo la Ferilli” ha affermato Fazio. “Ne passeranno tanti altri ancora prima che torni” ha ribattuto Sabrina) e chiudendo con un “Forse non riesci a fare le domande perché noto che ti dai le risposte da solo”. Tiè!

Qualche giorno dopo Fazio ha sostenuto che il lungo battibecco fosse preparato. Magari a Fabio Fazio piace schiaffeggiarsi da solo, può essere. Perché alla fine della puntata con la Ferilli c’era la sensazione che l’attrice romana avesse realizzato quello smascheramento, quella rottura dei codici, quella messa in berlina del “fazismo” che non era riuscita a tanti fenomenologi della tv. Ogni complimento veniva regolarmente smontato e rispedito in pezzettini al mittente. La retorica popolana funzionava come de-mistificazione del codice pop snob del pacato conduttore. La parlata (e il cinismo) romanesco contro il salottino buono. Meraviglioso.

E poi è arrivata Madonna. E il fazismo ha confermato il suo limite (lo notava Gemma Gaetani su Libero). Sebbene Louise Veronica Ciccone sia in calo, è e rimane un think thank della provocazione finto-scorretta, della contaminazione arte-vita su codici da multinazionale dello show, dei forecast comunicativi. Guardinga, intelligente, scostante. Anche in questo caso il complimento fazista è stato accolto con un sorrisino (“E’ molto difficile parlare con te perché sono molto distratto. Confesso la debolezza. E’ la prima volta che fa così caldo in questo studio”). Il vino offerto sembrava un omaggio dovuto. Non è mancato il rimprovero pubblico ( Un “sto parlando io” di Madonna dopo un’ interruzione di Fazio), né, pare, il fastidio per le mimose offerte.

E’ stata un’intervista debole, dopo che Madonna si era lanciata in provocazioni più originali in Francia, con la finta masturbazione a cui Luz di Charlie Hebdo aveva risposto tirandosi fuori “er padre de li santi”.

Quel che rimane dopo queste due interviste è un preciso senso di inadeguatezza stilistica del genere “fazismo”. Se Fazio si trova in studio i soliti ospiti della compagnia di giro funziona. Ma appena arriva chi sa usare un linguaggio “basso”, popolano -vero, e non popsnob- crolla. E succede lo stesso con una star internazionale.
Dalla medietà di forme espressive, di etica, di sentimento, di invenzione, di riflessione, Fazio non sa uscire. Fa persino ridere sentirlo dire a Madonna: “una caratteristica che mi piace molto di te è quella dello scandalo intellettuale”.

Non sarà che, campo medio per campo medio (per esempio col Sanremo condotto da Carlo Conti che come specialità della medietà è ancora più forte di Fazio e infatti ha fatto più ascolti) stiamo per assistere alla fine del “fazismo”?

21 Commenti

  1. Mi sembra che la sig.ra Ferilli non abbia mai nascosto le sue preferenze politiche di sinistra per cui era tutto preparato

  2. Certo che ve deve roder parecchio……. Basta che un mediocre scribacchino invidioso e rancoroso tiri la stura è tutta la merda viene fuori. Come mi diverto..

  3. Per Racontare l’opportunismo di questo personasggio vi diro’ che ora sbandiera grande amore per la Sampdoria,cosi’ come lo sbanfdierava ai tempi gloriosi di Vialli e Mancini ma,quando la Samp retrocesse alcuni anni orsono,si eclisso’ completamente.
    Piccolo episodio ma che rende l’idea del voltagabbana che e’ il signor Fazio.

  4. no roberto, no, non funziona cosi, altrimenti sai quanti conduttori finirebbero a spasso 🙂 in realtà, fazio è un raccomandato politico, e in cambio del posto, ha cominciato a fare quello che gli viene imposto il PD. se gli dicono che gli ospiti devono parlare male di berlusconi e bene della sinistra, fazio obbedisce, non segue la logica degli ascolti, del mercato. no, fazio ascolta solo la logica politica, e non a caso, parecchi ospiti sono TUTTI di sinistra, e quelli pochi che non sono di sinistra, puntualmente vengono sbeffeggiati, vengono trattati peggio degli altri ospiti, vengono continuamente interrotti, oppure riducono il tempo dell’intervista…. roberto, le do un consiglio gratuito: si svegli 🙂 non ci credo che lei dica di non essere di destra per evitare gli insulti, lo dice perchè non vuole farsi passare per un idiota 🙂

    • caro mortimermouse, ho parlato solo delle qualita’ di Fazio e della sua … accompagnatrice. Sono pessimi, ambedue improponibili. So benissimo che Fazio e’ un raccomandato politico, ci mancherebbe altro, come purtroppo ce ne sono politici e no dall’altra sponda. In quei programmi tipo Zelig e Colorado ne vedi a bizzeffe, senza andare a rivangare Emilio Fede, e spero lei sia d’accordo.Come potremmo dall’altra parte del pessimo Santoro, d’accordissimo. A me interessa se una persona fa bene il suo lavoro poi sia quello che vuole essere. Nel passato ci furono dei splendidi personaggi televisivi e cinematografici di destra tipo Tognazzi, Vianello , Walter Chiari eccetera. Li ammiro , erano e quando li rivedi tutt’oggi sono semplicemente deliziosi . Non mi frega assolutamente niente delle loro idee personali. Ci vuole piu’ meritocrazia in questo paese. Se uno e’ bravo applaudiamolo/stimiamolo, se uno fa pena tutti assieme facciamoci sentire e mandiamolo via. Da una parte e dall’altra, liberiamoci degli inetti e leccac…. in ogni campo essi siano, forse questo paese cominciera’ a funzionare meglio. Cordialmente

  5. l’altro giorno ho visto il peggio del peggio. c’era jovanotti come ospite.una coppia che fa….

  6. leggo con curiosita’ le notizie di questo sito, non sono di destra ( centro-destra ) ma e’ utile sapere e valutare con serenita’ anche le opinioni degli “altri”.
    Non e’ una questione di Fazio di sinistra o meno, Fazio e’ un pessimo conduttore, noiosissimo e molto limitato. La Littizzetto e’ improponibile su un canale televisivo nazionale, andrebbe bene per una piccola, ma proprio piccola tv locale, io personalmente non ce la faccio ne’ a sentirla ne’a vederla, e’ una vergogna ambulante, fa semplicemente pieta’.

    • Siamo d’accordo con lei. Fosse solo di sinistra non ci sarebbe motivo di mostrare acredine. Piuttosto è il “fazismo”, come modello comunicativo, che sta mostrando i propri limiti.

  7. … ma siete sicuri che vale la pena di commentare il personaggio Fazio?
    Mi permetto di consigliare: girate pagina e guardate altrove … è meglio!

  8. Ma gli islamici, che stazionano da decenni in Italia, come fanno a pagare il canone RAI? Già, ma loro hanno le paraboliche rivolte verso la Mecca in attesa del segnale in codice tipo: lo sbarco in Normandia.

  9. perchè perdere tempo a parlarne tanto, ricordate basta schiacciare un tasto del telecomando come il pulsante del wc per fare un pò di pulizia da cotanta immondizia

  10. MA dai quell’ imb… di Fazio (mi stupisco seguito da tantissimi imbecilli!!!) appena arriva qualcuno non del Pd o di Repubblica (un tutt’uno) mostra tutto il suo valore!!!!!!!!
    Gli hanno ritagliato su RAI3 (solo per kompagni, ricordate!!!) spazi infiniti!!
    E lui li riempie di spazzatura: ma tant’ e’ gli imbecilli sopra citati la spazzatura la vogliono, la anelano e se ne nutrono!!!!!!

  11. E’ ancora troppo poco!… Aspettiamo che intervisti la cantante barbuta perché credo che quella, se “irritata”, possa cacciare in faccia a Fazio qualcosa di peggio, più maleodorante e compatto!… Per queste toste facce radical chic serve soltanto e solo questo. Niente altro.

  12. Fazio !! con quella faccina,la cravattina, il collino magro, l’espressione ebete, i falsissimi rimbrotti a quella donnetta della Littizzetto, mi fa quasi tenerezza.
    E’ una n ullità (vedi anche Sanremo !).
    Incanterebbe la nebbia.
    Non gli ho mai sentito pronunciare un discorso serio e completo,
    Dovrebbero cacciarlo dalla RAI.

  13. PERCHE’ PERDERE TANTO TEMPO CON QUESTI POVERI, (non di tasca) MESCHINI PERSONAGGI CHE SONO IL DISDORO DELLA NAZIONE? MA CHI E’ QUESTO IMBECILLE DI FAZIO ? CREDE DI ESSERE IL PADRETERNO MA NON E’ NEANCHE UN VERMICIATTOLO DELLA FOGNA PIU’ PUZZOLENTA DI QUESTO PAESE. FA L’INTELLETTUALE, SI VERGOGNI. II DUETTO CON LA LITTIZZETTO E’ L’ESEMPIO PIU’ CONVINCENTE DELLA SUA NULLITA’ IN ITALIA CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE CULTURALE E NON SOLO !!!!!

  14. il “fazismo” ? ma con l’ismo , in italia, non si sta esagerando e a sproposito ?fazio quando è stato tirato dentro la rai , dal partito , era un barzellettiere che non faceva ridere nessuno, ora siamo al fazzismo , passi per qualche personaggio (berlusconismo) mentre per altri è fuori contesto (renzismo) mentre per fazio ,se proprio si vuole insistere , bisogna parlare di nullismo

  15. quando gli italiani si renderanno conto di essersi presi in giro da se stessi, votando la sinistra, questa sinistra che ha permesso a fazio di stare in tv, e foraggiato molto GENEROSAMENTE, con i soldi dei contribuenti, ed altri personaggi (vedi santoro, giannino, travaglio, ecc) che puntualmente fanno flop, ma incassano stipendi pazzeschi??? possibile che, tanto per fare un metro di paragone, l’italiano medio si accorge di averlo in quel posto?? oppure è talmente drogato che non si rende conto? e allora perchè continuano ad applaudire ai falsi cantanti di sanremo, ai falsi ospiti dei programmi tv di fazio, alle false contumelie elettorali della sinistra?

  16. Il viscidume di Fazio, trombettiere del culturame rosso, è così rivoltante che risulta materialmente impossibile stare ad ascoltarlo. È un palese veicolo pubblicitario della sinistra cristallizzato da anni nei palinsesti della Rai. Come quell’altro trombone Camilleri. Annidato anche lui da una vita nella Rai con l’insano obbiettivo di propagandare lo stolido vangelo della sinistra. Costoro come molti altri intellettualoidi sono dei volgari truffatori della ragione.

  17. fazio fabio: ovverossia il perfetto progressista che fa il frocio con il deretano degli altri.

  18. quando l’italia sarà una repubblica democratica con un presidente eletto dagli italiani e/o un primo ministro all’inglese e quando avremo due schieramenti politici forse e ripeto forse gli italiani vedranno la differenza.

Comments are closed.